Google Website Translator Gadget

Frutta


Melo alla frazione Goreto (1.400 metri s.l.m)
Le Mele dei Walser


Coltiviamo mele di varietà locali adatte a maturare nel clima di alta montagna, selezionate dai nostri antenati, che hanno amorevolmente raccolto marze in giro per il mondo, nel loro peregrinare da emigranti, e le hanno portate fin qui, per fare più bello e ricco il nostro meraviglioso giardino.
Il clima freddo protegge i frutti dalle comuni malattie, così non è necessario eseguire alcun trattamento antiparassitario, le nostre mele sono quindi naturalmente naturali.

Abbiamo collezionato una ventina di varietà, di diversi colori, sapori, tempo di maturazione, serbevolézza, per avere mele buone tutto l'anno.

Non conoscendo i nomi "ufficiali", che peraltro variano da luogo a luogo, abbiamo dato a queste mele nomi nuovi, ispirati alla storia che hanno rappresentato per noi.





Melo alla frazione Weng di Otro (1.715 metri s.l.m)


Il melo di Weng


Il melo che abbiamo piantato alla quota più alta matura i frutti a fine ottobre, alla frazione Weng di Otro, alla quota di 1.715 metri.

Lo riteniamo un buon record altitudinale, e per proteggerlo dalle correnti fredde tipiche di quelle altezze è stato piantato al lato sud di una grande casa in legno, coltivato a spalliera aderente alla balconata in legno.

Sono 30 anni che vive lì, e ogni anno ci regala i suoi frutti, un poco asprigni, come il carattere dei montanari delle alte quote.



.




Amarena selvatica
Amarena selvatica

Coltiviamo anche alberi da frutto "selvatici" non innestati, che a volte producono frutti più sani e saporiti, anche se di pezzatura più piccola.
Queste amarene sono selvatiche, l'albero ha un portamento ridotto, adatto a essere mantenuto basso per una raccolta da terra.
Il frutto è ottimo, alle nostre quote matura a metà luglio, e se il tempo rimane asciutto la raccolta può proseguire sino a fine agosto, mentre il frutto acquista in dolcezza appassendo senza deteriorarsi sull'albero.
Lo utilizziamo principalmente per preparare una ottima confettura.





Ciliegiola selvatica nera

Ciliegiola selvatica nera

Dolcissima, con una reminescenza di gusto di caffè.
Matura in agosto, e sui nostri monti veniva un tempo lasciata crescere in prossimità dei campi di segale, affinché gli uccelli ne venissero attratti per nutrirsi, lasciando stare la segale che maggiormente interessava agli uomini.
Un bel esempio di furba lotta biologica.

Ora noi la raccogliamo per preparare pazienti e preziose confetture. 


.




Ciliegiola selvatica rossa


Ciliegiola selvatica rossa

E' simile a quella nera, ma un po' più "magra" - praticamente pelle e nocciolo, inframezzati da un sottile strato di dolcissima e inebriante polpa.


La confettura che se ne può ricavare richiede somma pazienza, ma ha il pregio di non necessitare aggiunta di zucchero, perché il frutto ne contiene già in abbondanza.



.





Fiori di melo


Meli

Amo i meli, e non saprei dire se più per i delicati fiori o meno per la preziosità dei frutti.


E non credo sia un caso che l'immagine del biblico primordiale frutto, quello della conoscenza del bene e del male, sia stata mitigata nel semplice immaginario collettivo nella innocente e salvifica mela.

Perché chi non conosce il detto una mela al giorno toglie il medico di torno ?







.





Mela varietà "Buon'anima Enrico"


Mela Buonanima Enrico

In un giorno di sole del millennio scorso Enrico mi ha insegnato ad amare le mele.
Gli ho dedicato questa, che ancora matura a fianco della sua casa natale, alla frazione Goreto.

Varietà medio precoce, matura in ottobre, si mangia subito e si conserva fino a Carnevale.
E' di abbondante e costante produttività, di sapore medio facile.

Soggetta alla ticchiolatura, va mantenuta a chioma rada e luminosa.





.




Mela varietà "Buon anima Emilio"



Mela Buonanima Emilio

Tra i tanti doni che Emilio ha fatto al nostro paese c'è anche questa bella e generosa mela, e per ricordare il suo semplice sorriso gliel'ho dedicata.

Molto precoce, matura a fine agosto, è buona subito e si può gustare sino ai Santi, poi tende a diventare farinosa.

Di abbondante e costante produttività, è di sapore mite, dolce e facile.

E' varietà soggetta al baco e alla mummia, e per ottenere una buona pezzatura va mantenuta a chioma rada e luminosa.




.



Mela varietà "Nonna Clara"

Mela Nonna Clara

La ricordo cosi, seduta sulla panca di legno davanti alla sua casa mentre rimira questo generoso frutto con occhi colmi di silenzioso ringraziamento e lieta meraviglia.

Precoce, matura a fine settembre, è buona subito e non si presta a essere conservata.

Di eccezionale grossa pezzatura, di abbondante e costante produttività, di sapore leggero, croccante e facile.

Trattala dolcemente perché al carattere forte accompagna buccia e polpa delicata.










Mela varietà "Mimmi"

Mela Mimmi

Mimmi, così chiamiamo in casa Paola, è il sorriso di Orto delle Piane.

Questa mela è la sua preferita, e per questo è raro trovarla al banco di vendita, e per questo, e molto altro, a lei è dedicata.

Da alcuni fortunati clienti che sono riusciti a gustarla è chiamata anche “la mela del Paradiso”.

Precoce, matura in ottobre, è buona subito e si conserva docilmente sino a Pasqua.

Di pezzatura media piccola, di sapore dolce e pronunciato, croccante e facile.

Albero dal portamento modesto e raccolto, di costante produttività, non abbisogna di grandi cure e si accontenta di poco.












Mela varietà "Succosa"

Mela Succosa

La mangi e la bevi, e per questo è la compagna ideale per una gita in montagna o il lavoro nei campi.

Precoce, matura in settembre, è così buona subito che non ne restano da conservare.

Di pezzatura media, è succosamente dolce, croccante e facile al palato.

Albero di modesta chioma e rarefatta produttività, è resistente alle comuni malattie.








.




Mela varietà "Oltolt'aju"


Mela Oltolt'aju

In lingua locale walser significa "bisnonna" perché la sua storia è questa

Nel vago incontrai una molto vecchia albera, abbandonata e intristita e ingrigita dalla protratta assenza di affetti, di cure e di frutti.

Mi raccontò di antiche gioie e splendori, la ascoltai, e ne colsi una avvizzita gemma.
La innestai su legno nuovo e tre anni dopo
... sorpresa ... rieccola nella sua piena giovanile bellezza.

Ma nella sua anima ancora sento l'aspro dell'imperdonato ricordo che non sono ancora riuscito a consolare.

Da meditazione ...






Mela varieta "Prumela"

Mela Prumela

Violarossa velata da un delicato soprabito blunebuloso che si dissolve al tocco, è la mela travestita da prugna.

Precoce, matura in ottobre e il sapore leggero ed etereo non ne invoglia la conservazione.
Di pezzatura media, cresce in generosi grappoli abbondanti.

Albero riccamente frondoso e produttivo, è soggetto alla mummia, e va pertanto tenuto leggero e luminoso.







.





Mela varietà "Orgoglio del Geo"

Mela Orgoglio del Geo

L'orgoglio non è sempre una bella qualità, ma in quanto umano riconosco di andarne talvolta fiero e talvolta afflitto.
All'orgoglio ho quindi voluto dedicare questa nobile varietà di mela, annoverabile tra le "regine"

Sopravviveva stentata in un vecchio frutteto moribondo, ne ho raccolto una gemma e l'ho innestata su un giovane ramo di melo a potatura paesaggistica.

Ora matura e fa bella mostra di se  alla frazione Goreto, a quota 1.400 metri.

Ebbene si, ne vado orgoglioso





.





Mela varietà "Rugginosa Manuela"

Mela Rugginosa Manuela

Di mele "rugginose" ne abbiamo collezionate diverse, così per distinguerle mi è necessario aggiungere una ulteriore specificazione, che in questo caso è Manuela.

La coltivo e matura a 1.400 metri, e al meglio la raccolgo ai raggi dell'ultimo sole novembrino, al tempo del primo gelo.

Per consistenza e sapore è tra le preferite dei miei assaggiatori, ed è pure molto adatta per essere usata nei dolci, tipo strudel e torta di mele.
Si conserva a lungo, e la mangio volentieri anche in primavera, un po' appassita e rugosa.

Lasciata sull'albero il gelo dell'inverno la frolla ma non la stacca dal ramo, così ne lascio sempre un po' anche per gli uccelli, che volentieri accorrono numerosi a posarsi sui suoi rami disegnando così un insolito canterino albero di neri pennuti 





.





Mela varietà "Mora"

Mela Mora

L'ho chiamata così perché a completa maturazione, nelle estati calde, si colora di un rosso molto intenso, quasi nero

L'albero madre è antico, decrepito e morente e gli innesti che ne ho ricavato non hanno ancora portato frutto, per cui poco posso dire delle sue qualità organolettiche e di serbevolezza.

Ma è molto bella da vedere, e per ora mi accontento di questo, perché anche l'occhio vuole la sua parte.








.





Mela varietà "Innominata"

Mela Innominata

Perché devo ancora trovargli un nome
Qualcuno ha qualche idea?

Grossa mela soda e serbevole, mi sa che è quella che ha ingozzato Biancaneve